mercoledì 24 agosto 2011

Giulia Innocenzi e la pretesa di uno stipendio



Giulia Innocenzi e la pretesa di uno stipendio




Giulia Innocenzi è una ragazza del ’84, laureata in scienza politiche, attiva sul fronte politico, che ha avuto la fortuna di lavorare prima con Michele Santoro, poi di scrivere in un giornale del calibro de “Il fatto quotidiano”.
Dopo tutte le querelle che hanno visto protagonista il giornalista campano, la Innocenzi torna alla cronaca grazie a delle sue dichiarazioni rilasciate durante una intervista a “Diva e Donna”, in cui afferma che, sebbene sempre disposta a seguire Santoro, non lo farebbe gratis o per il famoso euro a puntata, proposto per sfida dal conduttore di Annozero ai dirigenti Rai.
Il lavoro è per definizione retribuito e Giulia, che con il suo Generazione Zero guadagnava 2000 euro al mese, ci tiene a precisare che “deve pensare a campare”.
Una affermazione, questa, che non è di certo passato inosservata.
In un Paese di stagisti e precari a vita in cui, dove chi si vuole affacciare a qualsiasi tipo di professione, specialmente quella giornalistica, deve accettare ogni condizione e lavorare per niente, le frasi della Innocenzi si trovano a stridere non poco con la realtà della situazione attuale.
Retribuzione? Contratti? Ma chi si crede di essere per poter parlare di certe cose in una Italia dove è già molto poter vantare un impiego con scadenza mensile!
Probabilmente la Innocenzi è una di quegli arroganti rappresentati delle nuove generazioni che ancora avanzano pretese su un futuro a cui non ha diritto.
Una delle più aspre critiche arrivano da Francesco Specchia, veterano del giornalismo e noto critico.
Dalle pagine di Libero, prima definisce la giovane nient’altro che la “velina” di Santoro (anche che non si capisce in quale occasione abbia potuto osservare la Innocenzi ballare mezza nuda su un bancone, esibendo nient’altro che un corpo scolpito e un sorriso a 32 denti), poi l’attacca duramente sulla sua “socialità romagnola” e sul modo di parlare nasale alla Lisa Simpson. Tutte validissime motivazioni per demolire una ventisettenne “praticante giornalista”.
Ma non è finita. Continuando a leggere, si evince come il giornalista consideri misterioso il fatto che qualcuno possa interessarsi a ciò che Giulia abbia da dire, tralasciando che lui stesso, se pur per critica, le abbia dedicato un intero articolo.
Dure parole, quindi, nei confronti della ragazza che, spudorata, a differenza di tanti suoi coetanei che accettano mesi di stage gratuiti per inseguire i propri sogni, ha osato pretendere uno stipendio per il lavoro che fa! Perchè, oggi, è già tanto avere un lavoro per cui ringraziare a vita il megagalattico direttore o (datore, che dir si voglia), figurarsi aspettarsi anche di essere retribuiti!
Vergogna al solo pensiero!

Florinda Gargiuoli




. .

mercoledì 17 agosto 2011

Giovani , digiunano per ubriacarsi senza ingrassare




Giovani e «sballo», digiunano
per ubriacarsi senza ingrassare



L'ULTIMA FOLLIA.
La psicologa Giuliana Guadagnini ha elaborato uno studio sul disturbo alimentare della «drunkoressia». 
Nata negli Stati Uniti, è una moda che sta dilagando anche in Italia soprattutto tra le adolescenti che vogliono restare magrissime


Un fenomeno che ha cominciato a preoccupare gli specialisti dei disturbi alimentari negli Stati Uniti ma che ha già preso piede anche in Europa. Si chiama drunkoressia e si tratta di una forma di anoressia «preventiva» praticata dai giovanissimi, ma soprattutto dalle ragazze, che smettono di mangiare nel fine settimana per poi poter bere alcolici (che sono molto calorici) in tutta libertà e senza prendere chili.
A Verona se ne sta occupando la dottoressa Giuliana Guadagnini, psicologa perfezionata in diagnosi e trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare, collaboratrice dell'Ufficio scolastico territoriale e dell'Ulss 20 per l'area delle dipendenze. All'argomento che sta minando la salute di un numero crescente di adolescenti la dottoressa Guadagnini ha dedicato un lavoro che ha presentato a un convegno sui nuovi disturbi del comportamento alimentare, anoressia, bulimia, obesità, binge eating o alimentazione incontrollata, ortoressia, bigoressia e drunkoressia dal titolo «L'adolescenza tra immagine e vissuto corporeo».
«Sono i nuovi fenomeni che fluttuano nel mondo degli adolescenti italiani», spiega la dottoressa Guadagnini. «E si tratta di comportamenti con conseguenze gravi. Basti pensare che anoressia e bulimia sono in Italia la prima causa di morte per malattia tra le giovani tra i 12 e i 25 anni, circa 200mila donne».
Il rapporto con il proprio corpo è critico fino ad almeno 18 anni, precisa la psicologa: «L'attenzione e la percezione del proprio corpo, inteso anche come aspetto intellettuale, inizia a manifestarsi già dagli 11 anni e molte ragazze cominciano a manifestare disturbi già a 10-12 anni Il rischio di contrarre disturbi nel comportamento alimentare è presente nell'11 per cento dei giovani».
Il fenomeno dei disturbi del comportamento alimentare è approdato anche su internet con i siti, i forum e i blog pro-ana, che sta per pro-anoressia. L'ultima moda è astenersi dal cibo per abbuffarsi di alcol.
Nato negli Stati Uniti, la drunkoressia inizia ora a diffondersi anche tra le ragazze italiane. «Questo pericoloso connubio tra anoressia e alcol è un fenomeno da non sottovalutare. Vittime di questo disturbo alimentare sono i giovani che scelgono di digiunare dalle 24 alle 48 ore per poter poi consumare la sera alcolici senza correre il rischio di ingrassare. L'astinenza dal cibo, insomma, per bilanciare le quantità di calorie dei drink: un alcolico può arrivare a contenere circa 500 kilocalorie», Aggiunge la psicologa: «Il fenomeno della drunkoressia si somma così ai disordini alimentari che in Italia negli ultimi anni sono aumentati nettamente e colpiscono ogni strato sociale. Le statistiche e i dati confermano che almeno il tre per cento della popolazione italiana soffre di disordini alimentari: oltre 200mila donne in Italia sono colpite da questo genere di disturbi».
A questi disordini si aggiunge il consumo di alcol dettato dalle mode del momento, come la nuova tendenza dell'aperitivo serale. Il termine drunkoressia è stato inventato dai giornalisti del New York Times anche se non è ancora riconosciuto dalla medicina ufficiale. Il termine, precisa la psicologa, «indica un nuovo anomalo e pericoloso comportamento alimentare diffuso fra le adolescenti: mangiare poco fino ad arrivare anche a digiunare per poter assumere forti quantità di alcolici. Lo scopo è duplice: dimagrire e farsi accettare dal gruppo dei pari, nessuna differenza particolare tra i maschi e le femmine adolescenti la cui assunzione di alcolici è legata al divertimento, alle emozioni e alla trasgressione».
La drunkoressia è considerata una variante dell'anoressia. Assumere alcolici significa assumere calorie: quindi si rinuncia al cibo per poter bere di più. Con l'anoressia ha in comune il rifiuto drastico del cibo, la diminuzione di peso e uguali criteri diagnostici.
Elena Cardinali



.

.

PC: E-mail i vostri articoli sul blog , AWeber Email M...

http://aweber.com/?380653

.
.






PC: E-mail i vostri articoli sul blog , AWeber Email M...: "AWeber Email Marketing . Try AWeber's Email Marketing Tool Risk-Free . Send Your First Email Newsletter Today - AWeber Communication..."

http://aweber.com/?380653

.
.



sabato 13 agosto 2011

Quanto costa una giornata in spiaggia





Quanto costa una giornata in spiaggia




. .

Quanto costa una giornata in spiaggia?
Dalla bottiglietta d’acqua al cono gelato, dall’ombrellone alla cabina, ecco quanto costano le spiagge in alcune delle zone più frequentate. Prezzi elevati in Liguria.
Città di riferimento, stabilimenti balneari e prezzi medi
L’indagine è stata fatta su un numero di stabilimenti compreso tra 15 e 21 delle seguenti località balneari:
• Bari: stabilimenti compresi tra Monopoli e Molfetta
• Genova: Sestri Levante, Lavagna e Santa Margherita
• Napoli: Miliscola, Miseno e Licola
• Roma: Ostia Lido
• Palermo: Mondello, Sferracavallo, Addaura (qui siamo riusciti a effettuare la rilevazione solo in 8 stabilimenti)
• Rimini
Per ogni stabilimento abbiamo rilevato sia i prezzi di alcune consumazioni base (bottiglietta di acqua naturale, lattina di coca cola, cono confezionato semplice) sia quelli relativi alla sistemazione in spiaggia (ombrellone, sdraio, lettino, cabina) come riportato in tabella.
Acqua, Coca Cola, gelati: la più cara è la LiguriaDalla nostra analisi emerge che:
• I prezzi più elevati di una bottiglietta d’acqua sono stati rilevati nelle spiagge della Liguria e a Rimini: oltre 1,10 euro nel primo caso, addirittura oltre 1,2 euro nel secondo. A Bari e Napoli, invece, il prezzo medio è inferiore a 1 euro.
• Sulla lattina di Coca Cola nessuno batte gli stabilimenti delle coste liguri: 2,42 euro in media. A seguire c’è Rimini con un prezzo medio leggermente inferiore,  2,24 euro mentre sulle coste campane una lattina costa mediamente un terzo in meno, 1,55 euro.
• Anche sul cono confezionato, i traguardi liguri sono inarrivabili: oltre 2 euro per un gelato industriale. Sul Lido di Ostia per un cono gelato non avremmo speso neppure 90 centesimi.
Lettini e ombrellone: a Rimini costano menoPer poter confrontare i costi della sistemazione in spiaggia abbiamo scelto come riferimento  uno scenario di coppia con bambino che noleggia per un giorno un ombrellone con due lettini:
• I prezzi più elevati sono quelli che abbiamo rilevato sulla costa pugliese. Chi non desiderasse pagare le strutture può facilmente e comodamente trovare molte spiagge libere.
• I prezzi più elevati sono stati rilevati invece in Liguria e negli stabilimenti del Lido di Ostia, dove usufruire di un ombrellone e due lettini con un bambino viene a costare 28 o 29 euro per un giorno ed è davvero raro trovare una spiaggia libera dove godersi il mare. In particolare abbiamo dovuto imbatterci in enormi difficoltà in Liguria, dove il più delle volte, quando i prezzi sono esposti, lo sono in modo illeggibile o poco chiaro.
• I prezzi più “popolari” sono quelli che abbiamo riscontrato a Rimini. Anche Le spiagge campane hanno prezzi molto abbordabili, ma qui non sempre è possibile bagnarsi in mare.
• Prezzi un po’ più alti sulla costa palermitana, dove, tuttavia, come in quelle pugliesi, prevalgono le spiagge libere e gli stabilimenti hanno solitamente la forma di un club riservato agli abbonati aperto, talvolta, ma non sempre, anche a un pubblico più generico.


Città Bottiglietta d'acqua naturale 50cl Lattina di Coca Cola Gelato cono confezionato semplice Ombrellone 2 lettini + bimbo
Puglia, provincia di Bari: stabilimenti compresi tra Monopoli e Molfetta 0,96 1,92 1,73 29,58
Liguria, provincia di Genova: Sestri Levante, Lavagna e Santa Margherita 1,13 2,42 2,05 28,96
Campania, provincia di Napoli: Miliscola, Miseno e Licola 0,97 1,55 0,98 16,48
Lazio: Ostia Lido 1,01 1,96 0,88 27,94
Sicilia, provincia di Palermo: Mondello, Sferracavallo, Addaura 1,06 1,88 1,00 20,75
Emilia Romagna: Rimini 1,23 2,24 1,90 14,00


. .

venerdì 12 agosto 2011

Per risparmiare sulla benzina

 
 
 
 
Per risparmiare sulla benzina

Occorrente

  • Attenzione
  • Parsimonia
 
  1. 1
    Per risparmiare sulla benzina ricordati di mantenere la macchina sempre efficiente, quindi provvedi sempre a fare i controlli annuali di tutto ciò che serve. Sapevi che tirare le marce in città o mantenere la seconda a 50 km/h, mettere marce come la terza o la quarta fa consumare il 30 % di benzina in più? Quando sei in fila in città, spegni il motore piuttosto che tenerlo in folle.
  2. 2
    In autostrada tieni sempre i 110 km/h, piuttosto che i 130 km/h. Risparmierai moltissimo carburante. Se non fa molto caldo o almeno finchè il caldo puoi sopportarlo ti consiglio di usare le ventole invece del condizionatore. Sapevi per esempio che viaggiare con i finestrini aperti fa consumare come se avessi il condizionatore acceso.
  3. 3
    Quando stai per arrivare a destinazione spegni l'aria condizionata almeno cinque minuti prima e accendi le ventole. Se seguirai tutti questi consigli vedrai che risparmierai almeno sui settanta euro al mese di carburante. Prova a seguirli caro amico o amica lettrice, ne rimarrai veramente strabiliata vedrai!



















Vuoi essere sexy? Clicca qui! Sexylingerielasvegas . .

SALUTE - BENESSERE: CREMA PER RASSODARE IL SENO

CREMA PER RASSODARE IL SENO





CREMA PER RASSODARE IL SENO

Se hai allattato, oppure sei dimagrita e il tuo seno ha perso tono, non preoccuparti, ora ti darò alcuni suggerimenti utili. Ti insegnerò a preparare una crema con prodotti naturali fatta in casa da te. Ora andiamo a vedere come procedere. Seguimi con attenzione.

.

.

SALUTE - BENESSERE: CREMA PER RASSODARE IL SENO: " CREMA PER RASSODARE IL SENO Se hai allattato, oppure sei dimagrita e il tuo seno ha perso tono, non preoccuparti, ora ti darò al..."

.Corsi.

martedì 9 agosto 2011

BANNER: Birejji vi aiuta a guadagnare soldi e condividere ...

Birejji vi aiuta a guadagnare soldi e condividere le opportunità, mentre si socializza in gruppo

Birejji
condividere
socializzare

.




BANNER: Birejji vi aiuta a guadagnare soldi e condividere ...: " Birejji guadagnare condividere socializzare . . http://birejji.com/index.php?key=78826 Birejji,guadagnare,condividere,so..."


lunedì 8 agosto 2011

Le sette vergogne del mondo: (Ghandi)





Le sette vergogne del mondo 
Ghandi


Le sette vergogne del mondo: 


1) Ricchezza senza lavoro

2) Piacere senza coscienza

3) Conoscenza senza virtù

4) Commercio senza morale

5) Scienza senza umanità

6) Adorazione senza sacrificio

7) Politica senza princìpi.

(Ghandi)
-
  . Get cash from your 
website. Sign up as affiliate.
.
 .
 .

. .

sabato 6 agosto 2011

BANNER: Job&Save Meeting Point , TROVA E OFFRE LAVORO

Job&Save Meeting Point , TROVA E OFFRE LAVORO


.




.
.



BANNER: Job&Save Meeting Point , TROVA E OFFRE LAVORO: ". . . . . . . . . . . . http://www.jobandsave.it/registrazione.php?id=118 Job&Save Meeting Point Azie..."

..

martedì 2 agosto 2011

BLOG DI CIPIRI: I rifiuti, In Norvegia li vendi al supermercato

I rifiuti, In Norvegia li vendi al supermercato






I rifiuti, In Norvegia li vendi al supermercato – Guarda video

Lontani anni luce da quello che succede qui italia, una civiltà impressionante, non avrei mai pensato di vendere in questo modo la mia spazzatura.....





BLOG DI CIPIRI: I rifiuti, In Norvegia li vendi al supermercato: "I rifiuti, In Norvegia li vendi al supermercato – Guarda video Lontani anni luce da quello che succede qui italia, una civiltà impress..."

.


.

lunedì 1 agosto 2011

ENERGIAINFINITA: BIKINI A PANNELLI SOLARI




BIKINI A PANNELLI SOLARI









Andrew Schneider, designer americano, ha messo a punto un Bikini tecnologico dotato di porta USB che permette di caricare player MP3, smartphone e cellulari.
Ma come funziona?




ENERGIAINFINITA: BIKINI A PANNELLI SOLARI: " BIKINI A PANNELLI SOLARI Andrew Schneider, designer americano, ha messo a punto un Bikini tecnologico dotato di porta USB che p..."

. Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog AMICI

Zodiaco e Amore

ruscello

piove - cascata