domenica 25 dicembre 2011

Ruba i regali per i figli


Ex operaio disoccupato
Ruba i regali per i figli

Il 50enne alla polizia: «Non riesco a trovare un lavoro ma per Natale volevo fare dei presenti ai miei cari». Il negozio l'ha denunciato


TREVISO –«Sono disoccupato e non riesco a trovare un altro lavoro, ma per Natale volevo fare un regalo ai miei cari». Questa la confessione che un 50enne ex operaio metalmeccanico ha fatto agli agenti di polizia dopo essere stato scoperto a rubare indumenti e cinture nel negozio Bernardi, in zona Fiera. Una storia triste quella del 50enne, rimasto disoccupato qualche mese fa quando l’azienda metalmeccanica per la quale lavorava ha chiuso i battenti. L’uomo ha provato a trovare un nuovo lavoro ma, un po’ per la sua età un po’ per la diffusa crisi occupazionale, non ci è riuscito precipitando in un abisso di disoccupazione e difficoltà economiche difficili da sopportare soprattutto a Natale Per questo ieri, l’operaio si è recato nel negozio Bernardi in zona Fiera, un punto vendita da lui abitualmente frequentato.
Solo che questa volta gli acquisti non li ha pagati. L’operaio ha, infatti, nascosto sotto il cappotto quelli che avrebbero dovuto essere i regali per moglie, suocera, figli e nipoti: una sciarpa, un berretto, una cintura, pantaloni, guanti e maglietta per un valore di nemmeno 100 euro. Il personale del magazzino lo ha scoperto e ha chiamato la polizia, e proprio davanti agli agenti l’operaio ha confessato: «Sono disoccupato e non riesco a trovare un altro lavoro, per questo non ho nemmeno 100 euro per fare i regali ai miei famigliari. Almeno per Natale volevo regalare loro qualcosa». Una spiegazione che non ha impietosito i titolari del negozio, che hanno voluto procedere con la denuncia per furto.

Milvana Citter
 .


. .

venerdì 23 dicembre 2011

Gino Strada

 



 "......i lavoratori sono disperati mentre i governi del centro destra e del centro sinistra lasciano le spese militari invariate,
ovvero 2 miliardi di euro al mese..... 
Si poteva dire: ragazzi, lasciamo perdere le spese militari, tanto la Svizzera non ci invaderà a colpi di toblerone...quei soldi potevano servire per il sociale e per esempio, per i treni, che fanno schifo.
Nel mondo poi, tre miliardi di persone vivono con un dollaro al giorno eppure spendiamo 1500 miliardi di dollari in spese militari..... ma questo argomento è un tabù...."

-Gino Strada-





.

mercoledì 14 dicembre 2011

Il VAFFANCULO NON E' PIU' REATO




Il VAFFANCULO NON E' PIU' REATO
Lo stabilisce la Quinta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione (sentenza n.27966/2007) adducendo come motivazione che “l’espressione non è più offensiva in quanto fa ormai parte del linguaggio comune”..............................meno male .............aggiungo !!!!!!!!!!!!!!!!!-..................





. .

giovedì 8 dicembre 2011

PINGUINI GAY DIVENTANO PADRI


 PINGUINI GAY DIVENTANO PADRI



 Divenuti famosi in tutto il mondo per la loro relazione poco ortodossa, al pari dei consimili canadesi di Toronto e tedeschi di Bremerhaven, i due pinguini gay dello zoo di Harbin, nella provincia nord-orientale cinese dello Heilongjiang, potranno adesso mettere su famiglia. Ambedue diventeranno infatti 'padri', dal momento che i loro custodi hanno deciso di affidare loro un pulcino della stessa specie. Una vera e propria adozione, insomma, che permettera' di risolvere un paio di problemi in un colpo solo. Prima di tutto, la coppia omosessuale non dovra' piu' rimanere isolata dagli altrui pinguini, come era stato deciso tre anni fa in quanto non facevano che tentare di rubare le uova ai compagni etero, scatenando continue baruffe. In secondo luogo ricevera' tutte le debite attenzioni il pulcino adottato, che non e' orfano, bensi' gemello di un altro piccolo: la madre ne aveva in effetti dati alla luce due, fatto assolutamente inconsueto giacche' e' regola che tra i pinguini il neonato sia unico, e quindi stentava parecchio a crescerli entrambi. L'affidamento del piccolo ai due maschi, secondo gli ornitologi, non creera' il minimo problema, perche' per loro natura, omo o etero, hanno un istinto materno assai sviluppato. Di fatto, allo stato selvatico sono sempre loro a covare l'uovo per tutti i 35 giorni mediamente necessari per arrivare alla schiusa; alle femmine tocca invece il compito di procacciare il cibo. I due neo-papa' sono arrivati in Cina nel 2005 dall'Antartide, dove furono prelevati insieme ad altri quindici esemplari. Si sono ambientati bene ad Harbin, che si trova a una latitudine molto settentrionale e i cui inverni sono rigidissimi, la temperatura scendendo spesso a 40 gradi sotto lo zero. Poiche' un'altra caratteristica della specie e' la fedelta', e dunque le coppie restano unite per l'intera esistenza, saggiamente i gestori dello zoo decisero fin dall'inizio di non separarli: gay o non gay.




. .

lunedì 5 dicembre 2011

Viaggiare non serve , Tiziano Terzani



Ciò che e' fuori e' anche dentro
e ciò che non è dentro non è da nessuna parte”....
“Per questo viaggiare non serve.
Se uno non ha niente dentro, non troverà mai niente fuori.
È inutile andare a cercare nel mondo
quel che non si riesce a trovare dentro di sé”

(Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra)



. .
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog AMICI

Zodiaco e Amore

ruscello

piove - cascata