lunedì 24 giugno 2013

Carosello e il linguaggio della pubblicità televisiva

prima

adesso

Il linguaggio della pubblicità televisiva

Se il mondo fosse come la pubblicità televisiva ce lo racconta non avremo guerre, saremo tutti solidali e felici, pieni di salute, con i capelli lisci e la pelle curata. Una realtà distorta e mendace che attribuisce ad una vettura la felicità di una famiglia, a una bibita il recupero dell'energia, a una compagnia telefonica l'utilizzo di minuti veri, a dispetto dei minuti falsi che scandiscono le nostre giornate.
 Il nostro tempo è tutto fasullo, i nostri ideali sono il calcio, i campioni sportivi,
 le corse automobilistiche e via dicendo.
I valori veri, quelli che fanno crescere, li conoscono solo una minoranza e in genere sono quelli che vengono additati da tutti gli altri come persone che non sanno vivere.

Mi ricorda un episodio di un film degli anni '60 
dove un padre insegna le furbizie al figlio piccolo
 per avere successo.
 Il figlio diventato grande rapina il padre per i propri bisogni personali.
Ormai i giornali e le cronache sono piene di episodi similari.
 Che grandi insegnamenti ci da la pubblicità.

Non parliamo poi della riedizione di Carosello ... una pena infinita: non basta rievocare la sigla e i siparietti quando le pubblicità sono le stesse che a ritmo serrato ci propongono fino alla nausea.

LEGGI ANCHE

http://cipiri.blogspot.it/2009/01/dopo-carosello-tutti-nanna.html


.
.

.

domenica 23 giugno 2013

Bertolt Brecht : L’analfabeta politico


 L’analfabeta politico

Il peggiore analfabeta

è l’analfabeta politico.

Egli non sente, non parla,

nè s’importa degli avvenimenti politici.


Egli non sa che il costo della vita,

il prezzo dei fagioli, del pesce, della farina,

dell’affitto, delle scarpe e delle medicine

dipendono dalle decisioni politiche.

L’analfabeta politico è così somaro

che si vanta e si gonfia il petto

dicendo che odia la politica.

Non sa l’imbecille che dalla sua

ignoranza politica nasce la prostituta,

il bambino abbandonato,

l’assaltante, il peggiore di tutti i banditi,

che è il politico imbroglione,

il mafioso corrotto,

il lacchè delle imprese nazionali e multinazionali


Bertolt Brecht
.
.

.

sabato 22 giugno 2013

Le ragazze spogliale con un clik

ragazze nude
passa il maus sopra le foto che passano

- -
prova a cliccare
qua funziona meglio
 .
.

.

giovedì 20 giugno 2013

La storia degli animali vivi portachiave



SARA VERO ?
La storia degli animali vivi portachiave

I portachiave sono possibilmente uno degli accessori piu’ inutili che ci portiamo dietro in tasca o nelle borsette ma da ora, grazie ad un sempre piu’ popolare oggetto venduto in Cina, e’ diventato anche uno tra i piu’ crudeli.
Per lo stesso prezzo che pagheresti per acquistare un ciondolo kitsch molti ambulanti cinesi ti vendono animali vivi, permanentemente sigillati in piccole sacche di plastica in cui sopravvivono il tempo necessario per dare a chi l’acquista motivo di discussione con gli amici. Apparentemente questi inimmaginabili e inumani portachiave sono molto popolari e peggio ancora legali.
Secondo il Global Times questi portachiave “viventi” sono facilmente recuperabili tra i marciapiedi delle cittadine e i sottopassaggi delle metropolitane. I potenziali acquirenti (leggi abusatori d’animali) possono scegliere tra una Tartarughina Brasiliana o due piccoli pesciolini chiusi ermeticamente in una sacca di plastica con all’interno un po’ d’acqua colorata.
Un venditore ha dichiarato che le creature intrappolate possono vivere per mesi in quanto l’acqua contiene dei nutrienti anche se molti veterinari hanno messo in discussione questa affermazione.
“Io lo appendero’ in ufficio, e bello a vedersi e portatore di fortuna” dice un cliente che ha appena acquistato una tartaruga.
Crudeli per quanto sono questi ciondoli continuano a guadagnare molta popolarita’, quest’ultima e’ cosi diffusa d’aver allertato gli attivisti dei diritti degli animali. “Mettere una creatura vivente dentro un piccolo spazio confinato ed ermetico con il solo intento di trarne profitto e’ immorale e costituisce un puro e semplice abuso nei confronti di questi animali”.

Dichiara al Global Times Qin Xiaona, direttrice della NGO Capital Animal Welfare Association.
Anche alcuni passanti dal giusto raziocinio fanno la loro parte per salvare la vita di questi prigionieri: “Ne ho comprato uno per liberarlo. Mi sembrava cosi’ triste” dice una donna.

Nonostante la pratica di vendere animali come ornamento sia crudele e’ di fatto legale. La legge cinese proibisce la vendita di animali selvatici, designazione che evidentemente non comprende le Tartarughine Brasiliane e i pesciolini venduti in giro. Per il momento, mentre si aspetta una legislazione ad hoc che renda illegale la vendita di animali come oggetti di piacere Xiaona consiglia alla gente di usare il buon senso per minarne il commercio: “Se nessuno li compra il mercato morira’” afferma. Tristemente moriranno anche gli animali che gia’ sono stati sigillati nelle loro sacche colorate come in delle bare trasparenti quando rantoleranno per l’ultima boccata d’aria con la quale sono stati confezionati osservando all’esterno quel mondo nel quale le loro vite sono considerate essenzialmente senza valore. Da questa triste storia diventa difficile non credere che anche alla nostra umanita’ attenda un simile destino.

 AUTORE. Giuseppe Ingoglia

 Tratto da http://www.castelvetranoselinunte.it/lassurda-storia-degli-animali-vivi-portachiave/8744/#ixzz2Wi7BJXv5


c' e' anche una petizione contro
.


.

.

l ' asino cadde in un pozzo



Un giorno l'asino di un contadino cadde in un pozzo. Non si era fatto male, ma non poteva più uscire. Il povero animale continuò a ragliare sonoramente per ore. Il contadino era straziato dai lamenti dell'asino, voleva salvarlo e cercò in tutti i modi di tirarlo fuori ma dopo inutili tentativi, si rassegnò e prese una decisione crudele. Poiché l'asino era ormai molto vecchio e non serviva più a nulla e poiché il pozzo era ormai secco e in qualche modo bisognava chiuderlo, chiese aiuto agli altri contadini del villaggio per ricoprire di terra il pozzo.
Il povero asino imprigionato, al rumore delle palate e alle zolle di terra che gli piovevano dal cielo capì le intenzioni degli esseri umani e scoppiò in un pianto irrefrenabile. Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l'asino rimase quieto.
Passò del tempo, nessuno aveva il coraggio di guardare nel pozzo mentre continuavano a gettare la terra. Finalmente il contadino guardò nel pozzo e rimase sorpreso per quello che vide, l'asino si scrollava dalla groppa ogni palata di terra che gli buttavano addosso, e ci saliva sopra. Man mano che i contadini gettavano le zolle di terra, saliva sempre di più e si avvicinava al bordo del pozzo. Zolla dopo zolla, gradino dopo gradino l'asino riuscì ad uscire dal pozzo con un balzo e cominciò a trottare felice.
Quando la vita ci affonda in pozzi neri e profondi, il segreto per uscire più forti dal pozzo é scuoterci la terra di dosso e fare un passo verso l'alto. Ognuno dei nostri problemi si trasformerà in un gradino che ci condurrà verso l’uscita. Anche nei momenti più duri e tristi possiamo risollevarci lasciando alle nostre spalle i problemi più grandi, anche se nessuno ci da una mano per aiutarci.
La vita andrà a buttarti addosso molta terra, ogni tipo di terra. Principalmente se sarai dentro un pozzo. Il segreto per uscire dal pozzo consiste semplicemente nello scuotersi di dosso la terra che si riceve e nel salirci sopra. Quindi, accetta la terra che ti tirano addosso, poiché essa può costituire la soluzione e non il problema.
.
.

.

martedì 18 giugno 2013

Il presidente venezulano Maduro rendere omaggio a Antonio Gramsci


Oggi il presidente venezulano Maduro,  

in visita ufficiale in Italia,

va a rendere omaggio a Antonio Gramsci presso la sua tomba a Roma.

Non siamo solo spaghetti,mafia e mandolino,

siamo anche la nazione dei rivoluzionari del 900 più studiati all'estero.

All'estero, mica in Italia.

 .
.

.

domenica 16 giugno 2013

L'unica persona che può salvarti




L'unica persona che può salvarti... 


SEI TU





Abbiamo creato un SITO
per Leggere Le Imago
Poni una Domanda
e Premi il Bottone il
Sito Scegliera' una Risposta a Random
Tra le Carte che Compongono il Mazzo
BUON DIVERTIMENTO
gratis

 ANCHE

PER CELLULARE

DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
.

.

sabato 15 giugno 2013

Sacro e profano : Santa Teresa del Bernini


Sacro e profano s’intrecciano, dunque, nel nostro cervello. Non a caso, l’area cerebrale coinvolta nell’esperienza orgasmica come nella meditazione spirituale, è stata battezzata da qualche fantasioso neuroscienziato ‘area di Dio’. Forse, questo scienziato è stato ispirato dall’espressione di Santa Teresa d’Avila, immortalata dallo scalpello del Bernini, che ha saputo farne vibrare il corpo sotto il gelido marmo. La Santa scolpita in un verginale candore, con la testa reclinata, gli occhi trasognati e le labbra schiuse da un mistico piacere, incarna la sintesi dell’erotismo sacro, la materializzazione dell’afflato spirituale che si sublima in deliquio sensuale.

Se quella di Santa Teresa fosse estasi divina o terrena resta un mistero. La scienza non ha potuto spiarne la chimica ma l’arte ne ha saputo cogliere la bellezza. Forse, è vero dunque che gli artisti, insieme ai poeti, hanno il dono di trascendere i confini del visibile e d’intuire i segreti dell’Essere umano ancor prima degli scienziati, senza bisogno di formule e tecniche ma semplicemente ascoltando il cuore visionario dell’immaginazione.

Amore e Chimica



Il sesso comincia e finisce nel cervello, si sa. Tutto quello che avviene durante l’atto amoroso, è gioco, fantasia, trasgressione e arte ma in sostanza e in qualsiasi modo si persegua, il piacere ultimo resta essenzialmente chimico. 


.
.

.

COME GUADAGNARE VISITANDO SITI


COME GUADAGNARE VISITANDO SITI

e' semplicissimo

munirsi di un quaderno

cliccare i banner qui sotto

iscriversi compilando tutte le sezioni

inventare una password diversa per ogni sito

scriverla sul quaderno

non cederla a nessuno per nessun motivo

acquistare una carta paypal

dal tabaccaio ti chiedera' un indirizzo mail

poi entri nel sito paypal e

colleghi una carta postepay

ed al raggiungimento 

della soglia pagamento comunicare al sito

solo la mail collegata alla paypal

attendi conferma pagamento

trasferire il malloppo dalla paypal

alla postepay ed incassare

tieni presente i giorni che servono 

al trasferimento denaro

non avere fretta
.
iscrivendoti a questi siti guadagni ogni giorno
.


.

clicca sui banner per saperne di piu'
.


.

COME GUADAGNARE da CASA col PC 

anche senza avere un SITO INTERNET








.

SITO INTERNET
CHE SI PROPONE DI 
ESPANDERE
IL 
LAVORO CREATIVO


.





LE
IMAGO
DICONO
LA 
VERITA'







.
GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO




. Bookmark and Share .

martedì 11 giugno 2013

Nelson Mandela


frase di " Madiba" ♥ 
"L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico o un bambino povero il presidente di una grande nazione." .
(Nelson Mandela) .


Nelson Rolihlahla Mandela (Mvezo, 18 luglio 1918) è un politico sudafricano, primo presidente a essere eletto dopo la fine dell'apartheid nel suo Paese e premio Nobel per la pace nel 1993 insieme al suo predecessore Frederik Willem de Klerk. A lungo uno dei leader del movimento anti-apartheid, ebbe un ruolo determinante nella caduta di tale regime, pur passando in carcere gran parte degli anni dell'attivismo anti-segregazionista. Protagonista insieme al presidente Frederik Willem de Klerk dell'abolizione dell'apartheid all'inizio degli anni Novanta, venne eletto presidente nelle prime elezioni multirazziali del Sudafrica (1994) rimanendo in carica fino al 1999. Il suo partito, l'African National Congress, è rimasto da allora ininterrottamente al governo del paese. Mandela è il cognome assunto dal nonno. Il nome "Rolihlahla" (letteralmente "colui che provoca guai") gli fu attribuito alla nascita; "Nelson" gli fu invece assegnato alle scuole elementari. Il nomignolo Madiba, con cui è anche noto, è il suo nome di clan Xhosa (la sua etnia di appartenenza).

DA : http://it.wikipedia.org/wiki/Nelson_Mandela

.

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/


http://www.mundimago.org/dona_cofanetto.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

domenica 9 giugno 2013

salutepiu: Il caffè più costoso al mondo

Il caffè più costoso al mondo



Il caffè più costoso al mondo (parliamo di circa 700-1000 € al kg) è prodotto in alcune isole dell’arcipelago indonesiano. Si tratta di un caffè pregiatissimo, prodotto in modestissima quantità e dal sapore sublime.
LEGGI TUTTO ...

salutepiu: Il caffè più costoso al mondo: Il  caffè più costoso al mondo  (parliamo di circa 700-1000 € al kg) è prodotto in alcune isole dell’arcipelago indonesiano. Si tra...

.
iscrivendoti a questi siti guadagni ogni giorno
.
 
.
 Guadagna soldi

.
.
.
clicca sui banner per saperne di piu'
.
.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog AMICI

Zodiaco e Amore

ruscello

piove - cascata